Regione Veneto: Seconda Edizione “Bando per rigenerare le imprese del comparto turistico ricettivo supportandone la maggiore accessibilità, lo sviluppo tecnologico, la transizione digitale ed ecologica”

La Regione del Veneto, con DGR. n.1513 del 04 dicembre 2023, vista la partecipazione attiva da parte delle PMI alla prima edizione del Bando in oggetto, ha approvato una seconda edizione del “Bando per rigenerare le imprese del comparto turistico ricettivo supportandone la maggiore accessibilità, lo sviluppo tecnologico, la transizione digitale ed ecologica”, stanziando ulteriori risorse per lo scorrimento della graduatoria.

Con tale azione si intende promuovere e sostenere investimenti nel sistema ricettivo turistico che favoriscano la rigenerazione e l’innovazione delle imprese e conseguentemente la valorizzazione turistica del territorio in cui la stessa impresa opera. In particolare, gli interventi sono finalizzati ad innovare le imprese del comparto turistico ricettivo supportandone la maggiore accessibilità, lo sviluppo tecnologico, la transizione digitale ed ecologica ed innovando servizi e prodotti anche attraverso investimenti in cybersecurity, intelligenza artificiale, domotica, utilizzo di fonti energetiche alternative.

Destinatari

Possono presentare la domanda per l’accesso ai contributi le micro, piccole e medie imprese venete che gestiscono o sono proprietarie di una struttura ricettiva già classificata come tale o che otterrà la classificazione a seguito della realizzazione del progetto.


Per struttura ricettiva si intende:

  • Strutture ricettive alberghiere, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, strutture ricettive all’aperto, villaggi turistici, campeggi;
  • Strutture ricettive complementari quali alloggi turistici, case per vacanze, unità abitative ammobiliate ad uso turistico, bed&breakfast, rifugi, strutture ricettive in ambienti naturali.
Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria complessiva del presente bando è pari ad euro 15.000.000,00 (quindici milioni/00), di cui:

  • Euro 6.000.000,00 (sei milioni/00) destinati alle imprese insediate nei comuni montani individuati dalla legge regionale n. 25 del 08 agosto 2014 “Interventi a favore dei territori montani e conferimento di forme e condizioni particolari di autonomia amministrativa, regolamentare e finanziaria” (Allegato C);
  • Euro 9.000.000,00 (nove milioni/00) destinati alle imprese insediate nei comuni non montani.
Interventi ammissibili

Ai fini del presente bando e allo scopo di promuovere uno sviluppo turistico sostenibile, sono
ammissibili al sostegno gli investimenti riguardanti la struttura ricettiva, oggetto della domanda, tesi a
favorire la transizione digitale ed ecologica dell’impresa, la piena accessibilità delle strutture ricettive
e l’innovazione di prodotto e/o di processo
, con particolare riguardo alle seguenti tipologie di
operazione:

  • Interventi per la riduzione dell’impatto ambientale e del consumo di risorse (energia/acqua), per
    l’utilizzo di fonti energetiche alternative e per l’ammodernamento strutturale e tecnologico orientati
    alla piena sostenibilità ambientale;
  • Interventi che prevedano strumenti tecnologici hardware e software, cyber security, intelligenza
    artificiale, machine learning, soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi
    aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività, domotica;
  • Interventi finalizzati a garantire la migliore accessibilità delle strutture ricettive in ottica di
    universal design (adeguamento siti web accessibili e che adottino le regole di leggibilità per le persone ipovedenti, segnaletica di sicurezza e cartellonistica, adeguamento di bagni e servizi igienici, dispositivi per non vedenti, ipovedenti, non udenti e disabili motori, allestimento aree giochi e con servizi per le famiglie);
  • Altri interventi, anche strutturali, finalizzati a innovare e differenziare l’attuale tipologia di offerta, favorendo lo sviluppo di nuovi prodotti turistici e/o interventi finalizzati a una migliore gestione dei processi aziendali o di gestione della struttura ricettiva.
Spese ammesse
  • Spese per opere edili e/o opere impiantistiche;
  • Progettazione, direzione lavori e collaudo;
  • Spese per consulenze e servizi finalizzati all’ottenimento di certificazioni;
  • Acquisto di impianti, macchinari, strumenti e attrezzature;
  • Acquisto di veicoli a emissioni zero per il trasporto di persone con disabilità;
  • Licenze e servizi informatici inclusi servizi in cloud e software SaaS.
Forme, soglie e intensità di aiuto

Il contributo a fondo perduto sarà erogato come segue:

  • 50% della spesa ammessa, erogabile fino a €400.000,00 qualora si opti per il “Regime De Minimis 1407/2013”;
  • 20% della spesa ammessa per micro/piccole imprese e 10% per medie imprese, qualora si opti per il “Regime di Esenzione 651/2014”.
Tempistiche e presentazione domanda

Le domande di agevolazione potranno essere presentate dalle ore 10.00 del 25 gennaio 2024 e fino alle ore 17.00 dell’11 aprile 2024.

Le spese ammesse decorrono dal giorno successivo alla presentazione della domanda di contributo.

Il progetto ammesso all’agevolazione deve essere concluso ed operativo entro 24 mesi dalla data di ammissione al contributo.

I contributi di cui al presente Bando sono concessi con procedura valutativa a graduatoria.

Per maggiori informazioni consultare il Bando completo al seguente link:

Vuoi avere maggiori informazioni?

Scrivici a info@dataimpresa.com, chiamaci allo 0439 448131 per una consulenza non vincolante.

Articoli correlati

BANDI E CONTRIBUTI – AGGIORNAMENTO 01/12/2023

https://www.mimit.gov.it/it/incentivi/voucher-per-consulenza-in-innovazione-secondo-sportello Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, con decreto del 29/11/2023, a seguito dell’intervenuto esaurimento delle risorse, dispone la chiusura dalle ore

Continua »