Il Veneto Artigiano – Anno 2022: fondo perduto per imprese artigiane

BANDO “IL VENETO ARTIGIANO”: DI COSA SI TATTA?

https://bandi.regione.veneto.it/Public/Dettaglio?idAtto=7745&fromPage=Elenco&high=

La Regione del Veneto, in attuazione della legge regionale 8 ottobre 2018, n. 34, intende sostenere le imprese artigiane venete nel loro complesso, valorizzandone le caratteristiche e incrementando la loro capacità di innovare e affrontare nuove sfide.

L’intervento è finalizzato ad agevolare il riposizionamento competitivo delle imprese artigiane, mediante la promozione di nuove soluzioni, tecnologiche ed organizzative, in grado di incentivare la creazione e l’ampliamento di capacità avanzate per lo sviluppo di prodotti e servizi.

La Regione Veneto, con DGR 865/2022, ha pubblicato un nuovo Bando con dotazione finanziaria pari a € 5.000.000,00 che prevede per le imprese artigiane un contributo a fondo perduto fino al 40 %, di importo minimo pari a € 10.000 per spesa minima di € 25.000,00 e importo massimo di € 100.000,00. Richiesta l’iscrizione all’Albo delle imprese artigiane istituito presso la CCIAA e avere unità operativa o le unità in cui si realizza il progetto imprenditoriale, in Veneto. Finanziati progetti di investimento, per i quali necessita dettagliata relazione tecnico descrittiva, finalizzati ad introdurre innovazioni tecnologiche di prodotto e di processo, ad ammodernare i macchinari e gli impianti e ad accompagnare i processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale, anche in un’ottica di sviluppo sostenibile.

SPESE AMMESSE

Ammesse spese per acquisto beni materiali, beni immateriali e servizi per le seguenti categorie:

  1. macchinari, impianti produttivi, hardware e attrezzature, nuovi di fabbrica.Rientrano in questa voce, solo se Euro 6 e immatricolati per uso proprio, autoveicoli per uso speciale e mezzi d’opera quali: autospazzatrici; autospazzaneve; autopompe; autoinnaffiatrici; autoveicoli scala e autoveicoli per riparazione linee elettriche; autoveicoli gru; autoveicoli per il soccorso stradale; autoveicoli con pedana o cestello elevabile; autosgranatrici; autotrebbiatrici; autoveicoli per disinfezioni; autosaldatrici; autoscavatrici; autoperforatrici; autosega; autoveicoli attrezzati con gruppi elettrogeni; autopompe per calcestruzzo;
  2. autocarri a esclusivo uso aziendale: categoria ambientale Euro 6 e con alimentazione diversa da quelle esclusivamente diesel o benzina. Tali costi saranno riconosciuti per un importo di spesa calcolato forfettariamente pari ad euro 10.000,00;
  3. software e realizzazione di sistemi di e-commerce: agevolazione massima € 10.000,00. Esclusi servizi di assistenza/aggiornamento software o mera manutenzione siti preesistenti.
  4. opere murarie e di impiantistica: limite massimo € 10.000,00 se importo riconosciuto ammissibile per categoria di spesa a) inferiore a € 50.000,00, e nel limite massimo di € 20.000,00 se l’importo ammissibile per categoria di spesa a) è pari o superiore a € 50.000,00;
  5. spese per realizzazione di impianti a fonti rinnovabili (fotovoltaico, solare termico eolico, geotermico): compreseeventuali spese per il sistema combinato di inverter con batterie e allacciamento alla rete dell’energia elettrica. Agevolazione nel limite massimo di € 8.000,00 per impianti fino a 20 kW e di € 20.000,00 per impianti superiori a 20 kW.
  6. spese generali: tra queste, spese per acquisto arredi, brevetti, licenze, know-how o conoscenze tecniche non brevettate, banche dati, ricerche di mercato, campagne promozionali anche tramite social network, acquisizione di spot TV e radio, brochure, locandine, volantini o similari, canoni locazioni e fitti, energia, spese telefoniche, ecc.

N.B.: Queste spese, calcolate in misura forfettaria di € 3.500,00, sono riconosciute a tutti i richiedenti.

Le spese devono essere sostenute e pagate interamente tra il 01/09/2022 e il 02/10/2024. Rendicontazione per erogazione contributo, dalle ore 10.00 del 15/03/2023 fino al termine perentorio delle ore 17.00 del 15/10/2024.

È possibile il cumulo per le stesse voci di spesa con agevolazioni fiscali statali “non costituenti aiuti di Stato”: Credito d’imposta beni strumentali, Credito d’Imposta I4.0 e Credito d’Imposta Software.

BENEFICIARI

Imprese artigiane che:

  • sono iscritte all’Albo delle imprese artigiane istituito presso la CCIAA;
  • hanno l’unità operativa, o le unità operative, in cui realizzare il progetto imprenditoriale nella regione Veneto.

PRESENTAZIONE DOMANDE

La domanda deve essere compilata e presentata per via telematica, tramite SIU della Regione Veneto, con richiesta credenziali tramite applicativo GUSI. Bando a graduatoria di merito.

Apertura sportello dalle ore 10.00 di martedì 06 settembre 2022, fino alle ore 12.00 di giovedì 29 settembre 2022.

ELENCO DOCUMENTI

Scarica il bando completo:

Vuoi avere maggiori informazioni?

Scrivici a info@dataimpresa.com, chiamaci allo 0439 448131 per una consulenza non vincolante.

Articoli correlati

MISE, NUOVI BANDI 2022: BREVETTI+, DISEGNI+, MARCHI+

MISE, NUOVI BANDI 2022: BREVETTI+, DISEGNI+, MARCHI+ https://uibm.mise.gov.it/index.php/it/brevetti-marchi-e-disegni-pubblicati-i-bandi-per-46-milioni-di-euro-di-contributi Operativi i nuovi Bandi 2022 per la concessione di contributi agevolativi per favorire la brevettabilità di innovazioni

Continua »